MENU

K-HOME | KIROLANDIA | KIRI | REGOLAMENTO | CONTATTI  | corrente culturale | frida.artes | cookie law
Kirosegnaliamo | Kiroalmanacco | Kirosegnaliamo
K-NEWS |FOTO | RACCONTI | POESIE | DISEGNI/PITTURE | PALCOSCENICO | MUSICA | ARTE | CINEMA | LIBRI | COSTUME/SOCIETA' | SCIENZE/NATURA | VIDEO
IppoKiro PutzoKiro MayaKira LoveKira ManuKira AttiroKira VolpocaKiro MireKira Krouge VeraKira

mercoledì 13 dicembre 2017

L’UOMO CHE NON CAPIVA TROPPO – RELOADED al TEATRO OLIMPICO, con LILLO e GREG divertimento a tutto tondo

Autrice: Elena Costa (VeraKira)  



Lillo e Greg nella versione “reloaded” del loro “uomo che non capiva troppo” ritornano al Teatro Olimpico e non deludono il pubblico di affezionati e neofiti, in primis i numerosi bambini, gli spettatori più entusiasti che probabilmente sette anni orsono hanno riso nello stesso teatro addirittura nelle pance delle loro mamme.

Ogni sera, quindi, sold out per uno spettacolo che strappa applausi e risate fin dall’incipit: una sigla cinematografica, nello stile e nella musica omaggio e parodia delle più famose spy story.  Quid pluris di questa versione aggiornata è sicuramente la scenografia digitale ideata da Andrea Simonetti, che proietta le location sulla scena, inventando i suggestivi passaggi dal salotto di un Felix in pigiama alias Lillo, ad un misterioso bar alla Casablanca, dove Oscar in versione Bogart, viene servito dal suo barman di fiducia, per poi ritrovarsi nel rifugio dei cattivi,  nei pressi di un molo, in un covo sotterraneo, in un’isola nel mezzo dell’Oceano, in un elegante yacht, ed in molti altri luoghi.

Divertenti anche gli inserti con le “esterne” ed i camei di Lorella Cuccarini, Giancarlo Magalli, Maurizio Battista, Antonella Elia, Dario Salvatori, Paolo Bonolis e Lallo Circosta.

E tutto questo in due ore e mezzo di spettacolo serrato, dove il nonsense del linguaggio delle spie si fonde con l’assurdità della vita quotidiana, in un'esilarante presa in giro delle ossessioni e degli stereotipi del nostro mondo.

I personaggi sono ben riusciti: il Felix di Lillo, uomo medio, che vive in un passato avventuroso ma immaginario, capace di inaspettata e rustica saggezza, ed il molteplice Greg, che da vita all’ineffabile Oscar e a tutta una serie di magnifici cattivi, nella migliore tradizione del trasformismo, sui quali spicca la Gran Lodana, una sorta di Mago Otelma che ha ingoiato Amanda Lear e che fa “spanciare” dalle risate, ad ogni suo ingresso traballante in scena su improbabili ed orribili tronchetti.

Anche i personaggi femminili funzionano: la Edna di Vania Della Bidia, che nasconde le curve da spie dentro una vestaglia rossa e la Ester di Benedetta Vallanzano, la classica bionda pericolosa; per non parlare della “sora Nanda”, la sarta di scena che impersona la portiera/spia in un delizioso cameo. Sempre efficaci Danilo De Santis e Marco Fiorini, in tutti gli altri “caratteri” di contorno.

Menzione speciale alle musiche che contribuiscono all’atmosfera adrenalinica di tutta la messinscena. Insomma, un divertimento a tutto tondo che coniuga intelligenza e spensieratezza, nello stile inconfondibile del duo comico che amiamo da oltre vent’anni.

- Elena Costa -



'L'uomo che non capiva troppo. Reloaded'
Con la partecipazione straordinaria in video di Lorella Cuccarini, Giancarlo Magalli, Maurizio Battista, Antonella Elia, Dario Salvatori, Paolo Bonolis e Lallo Circosta.
REGIA Lillo&Greg
COREGIA Claudio Piccolotto
CAST Lillo&Greg, Vania Della Bidia, Benedetta Valanzano, Danilo De Santis, Marco Fiorini
SCENE Andrea Simonetti
COSTUMI NC POP
MUSICHE Claudio Gregori e Attilio Di Giovanni
PRODUTTORE ESECUTIVO Nicoletta Fattibene
DISEGNO LUCI Marco Palmieri
AUDIO Maurizio Capitini
WEB Giulio Soligo






lunedì 11 dicembre 2017

KIROSEGNALIAMO Settimana 11-17 Dicembre 2017

K-news  





Kiri, continuano anche per questa nuova stagione,  le segnalazioni di  Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.



Di settimana in settimana vari suggerimenti tra teatro, musica, arte  e tanti altri eventi selezionati  accuratamente sulla base delle vostre importanti indicazioni.




Dunque ecco per sognare con voi...

TEATRO

DEBUTTI...

RICCI/FORTE
presentano
"EASY TO REMEMBER"
Drammaturgia Ricci/Forte
con Anna Gualdo e Liliana Laera
Regia Stefano Ricci

OFF OFF THEATRE - Roma
dal 12 al 23 dicembre 2017,  orario: serali ore 21.00,  pomeridiane ore 18.00

E' tra gli spettacoli più attesi della stagione dei teatri romani, la prima stagione per l'OFF/OFF Theatre, che ha il piacere di ospitare il nuovo Easy To Remember,  ultima fatica di Ricci/Forte, ispirato da una donna fuori dall’ordinario, la poetessa russa Marina Cvetaeva. La coppia più dirompente della scena teatrale contemporanea, guiderà il pubblico in un caleidoscopio di porte irreali, unite tra loro da un corridoio emotivo verso una direzione onirica e implacabile: il nostro domani. Uno spettacolo che si interroga sulla follia, sia essa manifestazione divina, o fulgido esempio di libertà.

NOTE DI REGIA:
Prendi una donna fuori dall’ordinario, Marina, abbracciata esclusivamente dal cielo, che cresce isolata afferrandosi alla memoria, come un fatale testamento in bottiglia da affidare alla Storia. Prendi un vecchio immobile ed un piano qualunque nell'edificio. Prendi una stanza, indicata dal Caso. Alveolo. Cella candida per sussurrare un’asimmetria che fonde insieme scarti esistenziali. Prendi i suoni. Prendi i racconti bisbigliati. Prendi le immagini che vomitano i quotidiani, i social network. Molteplici tetris animistici fatti di vite meno reali della tv satellitare a circuito chiuso. Chiavi per entrare nei vasi comunicanti di un organismo che pulsa di vite disordinate. Pulsa simultaneamente. Mantice e mastice insieme, che imbriglia e incastona una polifonia semiotica che graffia la gola. Una stanza. Singola. A due posti. Loculo. Con il suo peso specifico. Inondata di luce. Foderata da lampi radiografici. Scartavetrata dal suono. Agita da presenze, bambole russe che si celano sotto i copriletto intonsi, tra le intersezioni delle maioliche. Rammendare le reti della propria fantasia, quando tutto sembra sciogliersi in un benessere fittizio. Voci femminili sepolte, sovrapposte, infrante, in questo istituto di “apparente” sanità, che sgretolano le ore della propria esistenza, feroci come le graminacee che attecchiscono sul cemento. Singulti. Alterazioni che rimbalzano sottopelle e si unificano sciogliendo i tramezzi di frontiera. Respirando l’aria mossa degli altri respiri. Trasformando l’apnea in un valore aggiunto. La follia è davvero una malattia o una manifestazione divina, un’espressione di libertà? E come e in nome di chi vengono tracciati gli steccati di quella discutibile libertà? Un caleidoscopio di porte irreali unito da un corridoio emotivo che impianta links tra una toppa e l’altra verso una dimensione onirica, vivida, iperreale, implacabile: il nostro domani.

Drammaturgia Ricci/Forte - con Anna Gualdo e Liliana Laera - Regia Stefano Ricci - Assistente Regia:  Ramona Genna - Direzione Tecnica: Danilo Quattrociocchi - Suono: Andrea Cera - Voce: Anna Terio - Ricerca iconografica: Stéphane Pisani

Costo: Biglietto intero 25 € -  ridotto 18 € - 10 € per gruppi e under 26
Indirizzo: Via Giulia 19/21 – Roma
Informazioni:  06 89239515 -  info@off-offtheatre.com
Siti di riferimento: www.off-offtheatre.com - www.ricciforte.com
Facebook di riferimento: www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona
__________________________________________________________________________

lunedì 4 dicembre 2017

KIROSEGNALIAMO Settimana 4 - 10 Dicembre 2017

K-news  







Kiri, continuano anche per questa nuova stagione,  le segnalazioni di  Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.



Di settimana in settimana vari suggerimenti tra teatro, musica, arte  e tanti altri eventi selezionati  accuratamente sulla base delle vostre importanti indicazioni.



Dunque ecco per sognare con voi...

TEATRO

DEBUTTI...

Artisti Associati - Pierfrancesco Pisani – Parmaconcerti
in collaborazione con Comune di Pesaro / AMAT
MONICA GUERRITORE  e  FRANCESCA REGGIANI
"MARITI E MOGLI"
dalla sceneggiatura del film omonimo di Woody Allen
regia e drammaturgia MONICA GUERRITORE
                                                                                 
TEATRO QUIRINO -  Roma
dal 5 al 17 dicembre 2017,  da martedì a sabato ore 21.00_dom. ore 17.00_ giovedì 7 e 14 dicembre _mercoledì 13 dicembre ore 19.00_ sabato 16 dicembre ore 17.00 e ore 21.00

Nella mia scrittura teatrale dalla sceneggiatura del film di Allen tutto accade in una notte piena di pioggia in un luogo che con il passare delle ore diventerà una sala da ballo, una sala d’attesa, un ristorante deserto e che costringe gli otto i personaggi (mariti, mogli, amanti e altro…) al girotondo di piccole anime che sempre insoddisfatte girano e girano intrappolate nella insoddisfazione cronica di una banale vita borghese (Allen).
Tradendo le location del film (Manhattan e altro) evoco nel luogo teatrale unico i luoghi delle vite coniugali e nelle simultaneità delle relazioni e degli intrecci clandestini, nelle rotture e improvvise riconciliazioni percepisco le ‘piccole altezze degli esseri umani’ cosi familiari a Bergman, a Strindberg. E nel perdersi in danze all’unisono su musiche bellissime da Louis Armstrong a Etta James, Cechov e il tempo che intanto scivola via.
Monica Guerritore

Dalla sceneggiatura del film omonimo di Woody Allen - con
MONICA GUERRITORE , FRANCESCA REGGIANI, Ferdinando Maddaloni,  Cristian Giammarini e con Enzo Curcurù,  Lucilla Mininno, Malvina Ruggiano,  Angelo Zampieri - scene: Giovanni Licheri e Alida Cappellini - costumi: Valter Azzini - luci: Paolo Meglio - traduzione: Giorgio Mariuzzo - regia e drammaturgia: MONICA GUERRITORE

Durata spettacolo: 1 ora e 45 minuti, atto unico
Costo: Biglietti platea interi € 30 ridotti € 27 - I balconata interi € 24 ridotti € 22 - II balconata interi € 19 ridotti € 17 - galleria interi € 13  ridotti € 12  - Weekend sabato sera e domenica: platea interi € 34  ridotti € 31 - I balconata interi € 28 ridotti € 25 - II balconata interi € 23 ridotti € 21 - galleria interi € 17 ridotti € 15
Informazioni: 06.6794585 - biglietteria@teatroquirino.it
Indirizzo: via delle Vergini  7 - Roma
Sito di riferimento: www.teatroquirino.it
_________________________________________________________________________

mercoledì 29 novembre 2017

MOSAIOCO

autore: Giovanni Palmieri (PutzoKiro) 




MOSAICO - [T]essere - Roma (2106) - Giovanni Palmieri 

Acrilici su tela 145x105




lunedì 27 novembre 2017

KIROSEGNALIAMO Settimana 27 Novembre - 3 Dicembre 2017

K-news  











Kiri, continuano anche per questa nuova stagione,  le segnalazioni di Kirolandia blog di cooperazione dell'omonima corrente culturale.




Di settimana in settimana vari suggerimenti tra teatro, musica, arte  e tanti altri eventi selezionati  accuratamente sulla base delle vostre importanti indicazioni.




Dunque ecco per sognare con voi...
TEATRO

DEBUTTI...

"Il malato immaginario"
di Molière 
traduzione di Cesare Garboli
Con Gioele Dix
Regia Andrée Ruth Shammah

TEATRO Eliseo - Roma
dal  28 novembre al 17 dicembre 2017 , martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 20.00_ primo sabato di programmazione ore 16.00 e 20.00_merc. e dom. ore 17.00

Un classico fuori dal tempo
Dopo il grandissimo successo delle passate due stagioni nelle più importanti città italiane, arriva a Roma il Malato Immaginario nato nel 2014 come omaggio a Franco Parenti a 25 anni dalla scomparsa. Il protagonista Argan, interpretato con intelligenza e ironia da Gioele Dix, spreca la sua vita fra poltrona, lettino, toilette, clisteri, salassi.  Sotto la candida cuffia a pizzi, nella vestaglia bianca, nelle calze bianche molli sui piedi ciabattanti, si trova una debolezza a volte innata, un’incapacità genetica di prendere qualsiasi decisione. Il suo alter ego è Antonietta, detta anche Tonina una cameriera tuttofare, che il padrone vive spesso come un incubo, superpresente impicciona che vede tutto e tiene in mano tutto, a partire dal destino dei padroni. La raffinata regia “senza tempo e di tutti i tempi”, si sofferma sulle nevrosi ipocondriache del protagonista, in una continua tensione tragicomica mirabilmente costruita che continua ancora oggi ad affascinare e a stupire gli spettatori.

Argante – suggerisce Gioele Dix - usa la malattia come difesa verso gli affetti che non è in grado di gestire. La commedia è costruita su molti su e giù, e passa dall'allegria alla disperazione con squarci di profondità fantastici fotografando quello che siamo noi oggi. Ma questo è il genio di Molière. C'è l'umanità e c'è la ferocia. E' crudele ma fragile. Oggi diremmo bipolare.

Di Molière  - traduzione di Cesare Garboli - Con Gioele Dix e con Anna Della Rosa | Marco Balbi | Valentina Bartolo  Francesco Brandi | Piero Domenicaccio | Linda Gennari  Pietro Micci | Alessandro Quattro | Francesco Sferrazza Papa - Scene e costumi:  Gian Maurizio Fercioni - Luci: Gigi Saccomandi - Musiche: Michele Tadini e Paolo Ciarchi - Regia Andrée Ruth Shammah - Produzione Teatro Franco Parenti

Durata: 2 ore e 15 minuti intervallo compreso
Costo: Biglietto da 20 € a 40 €
Informazioni: Tel. 06.83510216
Indirizzo: via Nazionale 183 –Roma
Sito di riferimento teatro: www.teatroeliseo.com
__________________________________________________________________________

sabato 25 novembre 2017

LA CREATURA, il pubblico del TEATRO SAN GENESIO si diverte con l'horror comedy diretta da EMILIA MISCIO

autrice: Mirella Angelelli (MireKira)  




Al Teatro San Genesio di Roma è andata in scena LA CREATURA,  horror comedy  mai rappresenta in Italia, dell'autore americano Jack Sharkey, scritta nel 1977.

Lodevole  il lavoro di Emilia Miscio, che non solo si è cimentata in una buona traduzione del testo, ma ne ha anche curata una bella regia.

In uno spettacolo corale, l'atmosfera suggestiva, nei colori bianco e nero di una pellicola di altri tempi, coinvolge subito gli spettatori. Dentro un castello misterioso della Transilvania, il barone Von Blitzen ed il suo servitore Mord complottano piani segreti. Da un sotterraneo provengono urla agghiaccianti, forse persone scomparse dal paese, la nebbia sale ed i lampi illuminano una notte d'attesa.